Google
 
 

 

 

Skype test per contattare Artinvest2000 senza costi.

Non hai Skype: scaricalo qui: download

 

 

Vincent Van Gogh (1835-1890) Pagina 1  

(vai alla pagina 2)

 

Vincent Van Gogh: "Wheat Field with Rising Sun" 1889  71 x 90.5 cm. Vincent Van Gogh: "Flower Beds in Holland" 1883  48.9 x 66 cm Vincent Van Gogh: "Self-Portrait Dedicated to Paul Gauguin" 1888 Oil on canvas, 60.5 x 49.4 cm (23 3/4 x 19 1/2 in); Fogg Art Museum, Harvard University, Cambridge, MA Vincent Van Gogh: "Field with Poppies" 1889  Oil on canvas, 71 x 91 cm (28 x 35 3/4 in); Kunsthalle Bremen. Vincent Van Gogh: "Portrait of Trabuc" 1889 Oil on canvas, 61 x 46 cm (24 x 18 1/4 in); Kunstmuseum Solothurn. Vincent Van Gogh: "Portrait of Madame Trabuc" September 1889 Oil on canvas mounted on wood, 63.7 x 48 cm (25 x 18 7/8 in); TheHermitage, St. Petersburg  No. 3KP 521. Formerly collection Otto Krebs, Holzdorf. Vincent Van Gogh: "View of Arles with Irises 1888 54 x 65 cm. Vincent Van Gogh: "Irises (pink/gree) May 1890; Oil on canvas, 73.7 x 92.1 cm; The Metropolitan Museum of Art, New York.

 

Vincent Van Gogh: "The Thrasher" (after Millet) 1889 oil on canvas 44x27cm Van Gogh Museum

"Le rive della Senna" summer 1887 Oil on canvas 32x46 cm.

"Il raccolto nella piana di La Crau" 1888

"Campo di grano con mietitore" 1889

"Il mare a Les Saintes-Maries de la mer" 1888

"Natura morta con girasoli" 1889

"La strada-casa gialla" 1888

 

Confronta foto e autoritratto.Vincent van Gogh: (1853-1890)                                 English version


Vincent van Gogh: nasce a Zundert nel Brabante, il 30 Marzo 1853. Il padre, pastore protestante viene da una famiglia borghese che annovera pastori, uomini di mare, mercanti d'arte. Tra il 1864 e il 1868 frequenta prima un collegio a Zevenbergen, poi la Scuola Tecnica Statale Superiore di Tilburg. Nel Marzo 1868, forse per difficoltà economiche familiari, lascia gli studi. L'anno seguente, a Luglio va all' Aja dove venne assunto come commesso nella succursale olandese della casa d'arte francese Goupil e C.ie.

Questo primo lavoro è merito dello zio paterno Vincent, mercante di quadri che dal 1861 si è associato con Adolphe Goupil e Léon Boussod.

Nel 1872 inizia la lunga e regolare corrispondenza con il fratello Theodorus, di quattro anni più giovane, documento letterario ed umano di impressionante autenticità, fonte essenziale di notizie sulle opere, le idee, gli scopi di van Gogh. Nel 1873 viene trasferito alla sede di Londra e dal maggio 1875 all'Aprile 1876 lavora alla casa madre a Parigi, ha una casa a Montmartre, visita musei ed esposizioni.

Questi anni a contatto diretto con il mercato dell'arte sono importanti per la decisione di divenire pittore e fanno nascere in lui il principio della assoluta correlazione tra vendita e prodotto artistico che gli varrà come giustificazione nell'accettare e pretendere dal fratello Theo (che dal 1880 lavora da Goupil) un assegno mensile come corrispettivo per la opere che regolarmente gli invia.

Nell'Aprile del 1876 lascia la casa d'arte, che nel frattempo ha mutato la intestazione sociale in Boussod a Valadon, e ritorna in Inghilterra.

Trova lavoro prima come insegnante a Ramsgate, poi come assistente predicatore a Isleworth. A fine anno si ricongiunge con la famiglia che vive ad Etten. Nel 1877, tra il Gennaio e Aprile, fa il commesso libraio a Dordrecth. In maggio convince il padre a lasciargli seguire la vocazione religiosa che si è consolidata in lui nell'ultimo anno e si trasferisce ad Amsterdam dove studia per essere ammesso alla Facoltà di Teologia. Ha difficoltà con il greco ed il latino che comunque reputa materie estranee ad una attività evangelizzatrice.

Nel 1878 segue a Bruxelles corsi più semplici che abilitano a fare il predicatore ma anche qui non viene ritenuto idoneo. Ottiene egualmente di lavorare come missionario nella zona mineraria del Borinage e nel 1879 svolge il proprio apostolato, considerato anomalo per eccessivo fanatismo, a Wasmes e a Cuesmes. A contatto con i minatori, commosso dalla loro vita faticosa e dai rustici ambienti, come aveva già fatto in Inghilterra, realizza qualche disegno, legge moltissimo, scrive d'arte a Theo.

A metà anno è tuttavia sospeso dall'incarico,in condizioni di estrema indigenza continua la sua missione sociale di assistenza ai minatori mentre il disegno comincia ad avere un ruolo decisivo. Studia sui manuali di Charles Bargue e si esercita copiando dai pittori contadini come Jean Francois Millet e Jules Breton, con quest'ultimo cerca di incontrarsi raggiungendo a piedi Carrières, dove l'artista vive, ma vi rinuncia deluso dall'aspetto borghese del suo atelier. 

Nell'Ottobre del 1880, risoluto a diventare pittore, si stabilisce a Bruxelles. Frequenta artisti come Willem Roelofs e Anton van Rappard con il quale avvia un profondo legame di amicizia intrattenendo una corrispondenza per i cinque anni seguenti.

Nel 1881, in primavera, è di nuovo dai genitori ad Etten, disegna moltissimo, soprattutto figure di contadini e di lavoratori. 

Nel 1881 ha un turbolento ed univoco legame sentimentale. la seconda dopo Londra, con Kee Vos una giovane cugina vedova, che lo respinge. A fine anno per breve tempo, è all'Aja. Prende lezioni da Anton Mauve che gli è parente per via di madre e che lo spinge a dipingere oltre che a disegnare. Grazie a Mauve conosce le opere degli artisti della scuola dell'Aja: Josef Israels, J.Hendrik Weissenbruck Willem Maris, Theophile De Bock; diviene amico di George Hendrik Breitner con il quale disegna a più riprese.

A quel periodo risale la passione per le stampe inglesi Heads of People drawn from Life apparse su The Graphic che non lo abbandonerà più. Il legame con Mauve si allenta tuttavia perché van Gogh, da realista assoluto come vuole essere, rifiuta di copiare da modelli in gesso. Continua a lavorare isolato, fa disegni e acquerelli: vedute cittadine,figure caratteristiche e gente di popolo, nel frattempo vive con Clasina Maria (Sien) Hoornik, una prostituta segnata dal vaiolo, alcolizzata e incinta, che ha già una bambina. Questa scelta di vita porta alla rottura con quanti conosce all'Aja, da Mauve a Tersteeg che dirige la casa di Goupil, e provoca la totale disapprovazione di Theo che da qualche tempo lo sovvenziona regolarmente permettendogli di seguire la propria vocazione artistica. Segue......

 

Vai alla pagina 2

 

Vincent Van Gogh: "The Road Menders" 1889 Oil on canvas, 71 x 93 cm (28 x 36 5/8 in); The Phillips Collection, Washington, D.C.

Vincent Van Gogh: "Paysage avec une maison et un laboureur" October 1889 `Landscape with House and Ploughman''; Oil on canvas, 33 x 41.4 cm (13 x 16 1/4 in); The Hermitage, St. Petersburg No. 3KP 562. Formerly collection Otto Krebs, Holzdorf.

Vincent Van Gogh: "Irises"  1890  Oil on canvas, 92 x 73.5 cm (36 1/4 x 29 in); Rijksmuseum Vincent van Gogh, Amsterdam.

Vincent Van Gogh: "Cypresses" 1889  Oil on canvas, 93.3 x 74 cm (36 3/4 x 29 1/8 in); The Metropolitan Museum of Art, New York.

Vincent Van Gogh: "First Steps" (after Millet) 1890 Oil on canvas, 72.4 x 91.2 cm (28 1/2 x 35 7/8 in); The Metropolitan Museum of Art, New York.

Vincent Van Gogh: "Wheat Field 1889 Oil on canvas, 73.5 x 92.5 cm (29 x 36 1/2 in); Narodni Galerie, Prague.

Vincent Van Gogh: "The Old Mill"  1888  Oil on canvas, 64.5 x 54 cm (25 1/2 x 21 1/4 in); Albright-Knox Art Gallery, Buffalo, NY.

 

Gli sfondi di Van Gogh

  Home  |  Introduzione  |  Storia dell'Arte  |  Tavole cronologiche  |  Artisti  |  Eventi  |  Nudo nell'Arte   |  Impressionismo  |   Immagini per Desktop  |  Movimenti artistici

 Home  |  Introduction  |  Art's history  |  Chronological tables  |  Present day Artist's  |  Artists of the past  |  Astrology in the Art   Naked in the Art's   |   Impressionism  |  Desktop

Artinvest2000 Il Portale internazionale delle Arti Copyright 1999-2008© E' severamente vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti di questo Portale senza la preventiva autorizzazione. Qualunque illecito verrà perseguito a norma di Legge. Utilizzare la risoluzione 1280x1024 o superiore.