Google
 
 

 

 

Skype test per contattare Artinvest2000 senza costi.

Non hai Skype: scaricalo qui: download

Ernesto Treccani

 

 

 Ernesto Treccani: nasce a Milano il 26 Agosto del 1920.  Espone le sue opere per la prima volta nel 1940 alla Bottega di Corrente insieme a Biroli, Guttuso, Migneco, Sassu, entrando così a far parte del gruppo e divenendo direttore della rivista Corrente. Nel 1943  sempre alla Bottega di Corrente e della Spiga, espone  insieme a Cassinari e Morlotti.

La Guerra

 Durante la guerra di Liberazione, è impegnato nella azione antifascista; e pur continuando a dipingere e a disegnare, l'artista non partecipa a mostre.

Il giornalismo

 Successivamente lo troviamo redattore insieme a De Grada, De Micheli, Vittorini ed altri della rivista il '45; poi animatore con Aymone, Chigine, Francese Testori ed altri del gruppo di Pittura. Partecipa attivamente al movimento realista italiano come redattore della rivista Realismo, diretta da De Grada, e si dimostra uno degli artisti più rappresentativi del gruppo. Nel 1978 l'artista dà vita alla Fondazione Corrente portando avanti un programma che prevede, da un lato una seria ricerca documentaria relativa alla storia della nascita del movimento "Corrente" fino agli anni del Realismo; dall'altro, la promozione di seminari incontri, dibattiti e mostre sui temi più attuali della cultura contemporanea.

Le Mostre

 Nel 1949 è l'anno della sua prima personale alla Galleria del Milione e per l'occasione viene pubblicata la prima monografia sull'artista a cura di Duilio Morosini.

 

 

"A Potenza un vento antico" 1988

Composizione floreale

"Pavone"

 

Nel 1950 espone opere in bianco e nero alla Biennale di Venezia, per tornarvi nel '52 e ancora nel '56 con mostre personali di disegno e  pittura; nello stesso anno prende parte alla mostra di realisti alla Leicester Gallery di Londra e tiene una personale alla Heller Gallery di New York. Del 1981 è la grande mostra antologica dedicata allo artista che viene organizzata nella vita Fiorita a Burgherio.

Le ispirazioni dell'artista

 Durante le prime occupazioni della terra del Mezzogiorno, Treccani si reca in Calabria, dove trae ispirazioni da una serie di importanti opere: Sulla terra  (1951-52); Ritorno a Fragalà (1953); La terra di Melissa (1958- 59). La città e il paesaggio urbano/industriale costituiscono l'altro tema  fondamentale della pittura di Treccani in questi anni; basti ricordare opere come Milano (1952); Arlecchinata a Porta Volta  (1953-54); Sulla vespa (1958); Le notti bianche (1958); Nella città (1959). Nel 1955 Treccani fa parte di una delegazione culturale in Cina e ne riporta un centinaio di disegni e acquerelli. Nell' ultimo decennio Treccani ha concentrato la propria attenzione su temi legati alla vita campestre: dalla campagna  emiliana a quella delle regioni meridionali dove ha lavorato a Potenza, Matera e Policarpo.

Le sue opere principali

 I primi anni '60 vedono l' artista impegnato nella esecuzione di grandi opere, come le cinque tele ispirate a"La Luna e i falò" di Pavese (1962-63) e il ciclo Da Melissa a Valenza. Del 1965 sono una serie di acquerelli dedicati ad un viaggio a Cuba dello stesso anno. Il 1967 è l'anno della grande mostra itinerante organizzata dal Ministero della Cultura sovietico, nelle città di Volgograd, Mosca e Leningrado.

 

Per visualizzare l'immagine è necessario il Plug-in di Flash.

 

 

  Home  |  Introduzione  |  Storia dell'Arte  |  Tavole cronologiche  |  Artisti  |  Eventi  |  Nudo nell'Arte   |  Impressionismo  |   Immagini per Desktop

 Home  |  Introduction  |  Art's history  |  Chronological tables  |  Present day Artist's  |  Artists of the past  |  Astrology in the Art   Naked in the Art's   |   Impressionism  |  Desktop

 

 

Artinvest2000 Il Portale internazionale delle Arti Copyright 1999-2007© E' severamente vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti di questo Portale senza la preventiva autorizzazione. Qualunque illecito verrà perseguito a norma di Legge. Utilizzare la risoluzione 1024x768