Google
 
 

 

 

Skype test per contattare Artinvest2000 senza costi.

Non hai Skype: scaricalo qui: download

 

 

Dal 35000 al 2500 a.C. | Dal 2500 al 500 a.C. | Dal 500 al 1° sec. a.C. | Dal II° Sec al 500 d.C. | Dal 500 al 1000 | Dal 1000 al 1400 | Dal 1400 al 1600 | Dal 1600 al 1980

 

TAVOLE CRONOLOGICHE: dal 1400 al 1600

d.C ITALIA EUROPA ASIA AMERICA
1400

 

 

 

 

 

 

1500

 

 

 

 

 

 

 

RINASCIMENTO (fine XV - metà XVI secolo)

Fenomeno artistico tipicamente italiano, con origine a Firenze, che si delinea come ripresa degli ideali e delle forme dell'arte classica nel clima di rinnovato interesse naturalistico comune a tutta l'arte europea e che si intreccia al parallelo sorgere dell'umanesimo nordico che si basa sull'indagine della natura; sono presenti in Italia, chiamati dalle corti, artisti fiamminghi. L'arte diventa attività intellettuale con fondamenti teorici razionali e trionfa anche grazie al mecenatismo delle corti: i Medici a Firenze, i Malatesta a Rimini, i Montefeltro a Urbino, gli Este a Ferrara, la Repubblica di Venezia, gli Aragonesi a Napoli.

Architettura: studio delle forme dell'antichità come fonti di ispirazione per elaborazioni autonome; concetto di ordine architettonico (in particolare uso dell'ordine corinzio e di quello composito) "invenzione" e uso della prospettiva da parte di F. Brunelleschi e sua diffusione tramite le opere teoriche di L.B. Alberti; sviluppo della chiesa a pianta centrale, palazzi signorili, ville; studio urbanistico della città e in particolare della piazza.

Scultura: rappresentazioni della figura umana, svincolata dall'architettura; studi anatomici, con accurato studio naturalistico, tendenza al monumentalismo, semplicità nell'impostazione compositiva, cura nella ricerca tecnica.

Le proporzioni e la verosimiglianza sono date dall'uso della prospettiva sia nella composizione con più figure (monumenti sepolcrali) sia nei bassorilievi. Donatello introduce il nudo derivato dall'arte classica; diffusione di busti, ritratti e monumenti equestri. Uso del marmo, della pietra dura, della terracotta; si diffondono l'arte della fusione e l'arte della medaglia celebrativa. Pittura: applicazione della prospettiva, del naturalismo e dello studio anatomico, della proporzione tra le parti e della razionalità degli schemi compositivi, sono le basi della pittura quattrocentesca. Pittura a olio, anche su tela, disegni preparatori, cartoni per gli affreschi e tecnica del trasporto.

 

CLASSICISMO

Scelta delle opere classiche come modello.

Centro principale Roma, per la contemporanea presenza di D. Bramante (1444-1514), Michelangelo (1475-1564), Raffaello (1483-1520). Leonardo da Vinci (1452-1519) introduce la tecnica dello sfumato.

 

MANIERISMO (tra il 1520 e il 1590)

Complesso e diramato movimento stilistico verificatosi tra il culmine del rinascimento e il preannuncio del barocco.

Arte di corte per un pubblico aristocratico, colto e raffinato caratterizzata da virtuosismo bizzarro e dalla licenza, dall'estetismo antinaturalistico. Temi mitologici e fantastici, immagini devozionali, nature morte e scene di genere, grottesche. Architettura trionfalistica (chiesa del Gesù a Roma del Vignola), giardini e grotte come abbellimento delle ville, fusione arte e natura. Centri principali Firenze e Roma e poi diffusione in tutta Italia ed Europa grazie ai continui spostamenti degli artisti. Venezia invece vive una più lunga stagione di classicismo.

 

Arte fiamminga

Pittura: dalla metà del secolo XIV nasce nelle regioni meridionali dei Paesi Bassi come incontro fra le esperienze del raffinato gotico francese e di influssi senesi sul fondo di un vivace naturalismo locale. Tipiche sono la minuzia descrittiva, l'uso del paesaggio attentamente illustrato, il senso della luce naturale e una fedele ricostruzione fisionomica e psicologica nei ritratti.

L'importazione dall'Italia dei modi rinascimentali avviene con modalità diverse nei vari Paesi. Nel nord Europa permane la tradizione gotica locale. Assume grande importanza la committenza borghese

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Classicismo e manierismo

Diffusione dei modi italiani, prima classicisti e poi manieristi, spesso innestati in una perdurante tradizione tardogotica, anche grazie alla grande diffusione della stampa d'arte e popolare.

 

Giappone

Periodo Muromachi Architettura: stile shoinzu-kuri che è un ripiegamento verso dimensioni più ridotte dello stile shinden-zukuri del periodo Heian, con ricche decorazioni inteme in oro e colori.

Arti applicate: produzione di teiere in metallo e vasellame in ceramica per la cerimonia del tè.

 

 

 

Cina

Dinastia Ming (1368-1644). Perfezionamento dei generi precedenti di pittura di paesaggio e di 'fiori e uccelli'. Porcellana bianca e blu.

 

Arte islamica

Dinastia degli Ottomani, Turchia (XIV-XIX secolo). Architettura: XV secolo: moschee a T di influsso selgiuchide, rivestimenti in ceramica smaltata; XVI secolo: architetto Sinan, moschea di Solimano a Edirne, moschee Selimye e Mihirimach a Istanbul, con cupole e pianta centrale e minareti ad ago; XVII secolo: moschee di Ahmed I e della Valide a Istanbul.

 

 

 

Arti applicate: artigianato dei metalli, tappeti, miniatura, calligrafia.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Giappone

Periodo Momoyama (1573-1614). Castelli fortificati con arredamenti sfarzosi (azuchi, Osaka). Sviluppo dell'arte dei giardini e dell'architettura degli edifici per la cerimonia del tè. Nascita dello stile nanbam o dei barbari del sud come conseguenza dell'incontro con i primi occidentali: scultura miniaturistica, soprammobili in porcellana, bottoni lavorati.

 

India

Periodo Moghul (XVI-XIX secolo). Integrazione degli elementi islamici e indiani, con prevalenza ora degli uni ora degli altri. Tra i capolavori il Taj Mahal di Agra. Pittura e miniatura: scuola moghul di tendenze auliche e stile indopersiano, scuola rajput di ispirazione religiosa e popolare.

 

Mesoamerica

Cultura degli Aztechi nella valle di Messico (XV-XVI secolo): imponenti edifici religiosi su piramidi tronche terrazzate; scultura a carattere esoterico, di severa monumentalità, con ricerca del macabro e del grottesco, bassorilievi; ceramica e oreficeria.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dopo la colonizzazione spagnola dal 1530 circa in Mesoamerica e soprattutto in Messico l'architettura segue le vicende stilistiche contemporanee della madre­patria.

 

 

Architettura missionaria: edifici monastici concepiti come organismi unici cinti da mura con grande patio interno. Grandi cattedrali come a Puebla e a Mérida, in stili che vanno dal gotico mudéjar, al rinascimentale, al plateresco.

 

 

 

 

 

 

 

1600

Dal 35000 al 2500 a.C. | Dal 2500 al 500 a.C. | Dal 500 al 1° sec. a.C. | Dal II° Sec al 500 d.C. | Dal 500 al 1000 | Dal 1000 al 1400 | Dal 1400 al 1600 | Dal 1600 al 1980

 

  Storia dell'Arte

 

  Home  |  Introduzione  |  Storia dell'Arte  |  Tavole cronologiche  |  Artisti  |  Eventi  |  Nudo nell'Arte   |  Impressionismo  |   Immagini per Desktop  |  Movimenti artistici

 Home  |  Introduction  |  Art's history  |  Chronological tables  |  Present day Artist's  |  Artists of the past  |  Astrology in the Art   Naked in the Art's   |   Impressionism  |  Desktop

 

Copyright © 1999-2008 Artinvest2000 - P. IVA 09099550015 - Tutti i diritti riservati.