Aligi Sassu 1912 - 2000

 Aligi Sassu 1912 - 2000Aligi Sassu: nato a Milano nel 1912 da padre sardo, ed ha frequentato le scuole elementari a Thiesi in provincia di Sassari. Muore nel 2000 a Majorca in Spagna.

 

Gli esordi

 Le sue prime esperienze pittoriche maturano nell'ambito del secondo futurismo, ed all'inizio degli anni trenta sviluppò una personale espressione pittorica antinovecentista. In questo periodo diede vita ai nuclei tematici degli uomini rossi, dei caffè, dei ciclisti, poi dei cavalli verdi e dei partigiani, risolti pittoricamente con la preminenza del colore.

Le prime mostre

 Nel 1928 è presente con tre opere alla Biennale di Venezia; nel 1931 espone alla Galleria Il Milione di Milano, con Birolli, Grosso, Manzù e Tomea

Nel 1934 va a Parigi dove conosce De Pisis Lionello, Venturi, Léger.

Nel 1937 partecipa all'Esposizione d'Arte Italiana a New York.  

Nel 1941 espone una personale alla Bottega di Corrente.

Nel 1944 espone alla Mostra d'Arte Italiana a Buenos Ayres.

Nel 1948 espone alla Biennale di Venezia.

Nel 1952 lavora in Svizzera. Il museo di caccia di Lugano allestisce una sua mostra antologica.

E' un'artista completo

 Sassu ha realizzato anche opere di scultura, cicli di affreschi, mosaici  (nell'abside della chiesa del Carmine a Cagliari nel 1957), vetrate e scenografie. Inizia nel ristorante Pescetto la serie di pannelli murali "Cronache di Albisola".

 

"Nudo plastico" 1928

"Battaglia dei Cavalieri"

"Le  caval di Abderos"

"ll ratto d' Europa"

 Aligi Sassu "L'arciere" 1929

 

 

 

Nel 1952 lavora in Svizzera. Il museo di caccia di Lugano allestisce una sua mostra antologica. Su incarico del comune di Parma, modella nel 1967 la medaglia commemorativa per il centenario della nascita di Toscanini.

 

Il Realismo di Sassu

 

 Tra gli animatori del gruppo di Corrente, nel dopoguerra Sassu fu tra gli esponenti di Realismo, in questi anni partecipa alle mostre e alle manifestazioni del movimento realista.  Apre un nuovo studio, la Quigailos, a Cala San Vincente (Majorca).

 

Riconoscimenti rilevanti

 

Nel 1954 è invitato con 10 opere alla Biennale di Venezia.

Nel 1966, su invito del Governo romeno, allestisce a Bucarest una mostra di 100 opere.

Il premio Suzzara gli dedica una mostra antologica ( 100 opere).

Nel 1967 allestisce una Mostra personale alla Galleria 32 di Milano.

Su invito del comune di Cagliari inaugura la nuova Pinacoteca Comunale con una mostra antologica.

Nel 1968 un'altra mostra antologica viene allestita dalla Galleria Cavalletto di Brescia. Seguono numerose presenze fra cui nel 1985 al Palazzo Comunale di Marina di Massa, nel 1986 al Palazzo Comunale di Collegno e di Corbetta.

 

 

Per visualizzare l'immagine è necessario il Plug-in di Flash.

 

 

  Home  |  Introduzione  |  Storia dell'Arte  |  Tavole cronologiche  |  Artisti  |  Eventi  |  Nudo nell'Arte   |  Impressionismo  |   Immagini per Desktop  |  Movimenti artistici

 Home  |  Introduction  |  Art's history  |  Chronological tables  |  Present day Artist's  |  Artists of the past  |  Astrology in the Art   Naked in the Art's   |   Impressionism  |  Desktop

 

 

Artinvest2000 Il Portale internazionale delle Arti Copyright 1999 - 2007© E' severamente vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti di questo Portale senza la preventiva autorizzazione. Qualunque illecito verrà perseguito a norma di Legge. Utilizzare la risoluzione 1024x768