Aprire nuovi orizzonti

Roberto Girardi, giornalista.Non desidero parlare di Giorgio Flis e delle sue opere usando parole altisonanti per descrivere quello che molti non vedono, rendendo il tutto ancora più confuso, ma cercando di trasfondere la passione per l’Arte informale nello stesso modo in cui è cresciuta in me. Era un caldo giorno estivo quando incontrai Giorgio, uno di quei giorni dove non desideri altro che andare a casa e metterti sotto la doccia, una stanca giornata giunta quasi al termine, una giornata che si doveva concludere con quell' incontro di routine che quasi quotidianamente hai con i tanti pittori che cercano il loro mecenate. Ricordo che stavo sistemando alcuni dipinti sulla parete quando suonò il campanello ed ecco l’importante sagoma di Giorgio apparire alla porta della galleria: rimasi subito colpito dal personaggio: non forzato, non necessariamente stravagante perché così devono essere i pittori e perché così vogliono i dettami che qualcuno ha imposto alla categoria, ma sobrio, curato e con un portamento deciso e composto. Lo osservai con molta attenzione, difetto che mi colpisce da sempre, per scoprire cosa potesse nascondere quest’ uomo così perfetto da sembrare impostato, lo fissai a lungo negli occhi per coglierne qualche momento di disagio per capire se lo sguardo fosse ingannatore e invece non potei fare a meno di notare la schiettezza di chi non deve nascondere nulla e che non ha bisogno di inventare nulla, il sorriso sincero di chi è sereno nel sapere che ha dato tutto se stesso, la calma di chi non vuole vendere nulla con le parole ma è sorretto da qualcun’altro che parla per lui, esattamente come fosse lui: la propria Arte. Nell’ osservare le opere venivo letteralmente avvinto dall’emozione e credetemi non è per nulla facile, come titolare del più grande Portale d’Arte in Italia, ho modo giornalmente di valutare decine di pittori, eppure Giorgio era riuscito ad infrangere la mia barriera di diffidenza verso questo genere di pittura per i tanti millantatori che spacciano per arte informale qualche pennellata fatta a casaccio sulla tela, con il carattere e la decisione dei suoi lavori, con la matericità dei suoi soggetti con lo spessore della sua pittura con la cultura di chi ha alle spalle tanti anni di duro lavoro. Molto spesso, anzi troppo, mi trovo a disquisire di Arte con persone che non sanno neanche come si scriva e mi devo zittire per non sbottare, annuire quando guardando un quadro di Giorgio dicono: questo lo saprei fare anche io….poveri, che pena provo per coloro che hanno l’ardire di ambire a tanto! Cosa significa? Molti, se non tutti i pittori, saprebbero rifare la Gioconda e allora? Hanno forse costoro impresso nel loro DNA il “Genio” di Leonardo? Scrive Victor Hugo “ Nel Poeta e nell’Artista c’è l’infinito” e in Giorgio si esprime con la maestosità delle sue pennellate con la purezza dei tratti generati e con il genio di chi ha nel sangue la vena del “Grande Artista”. Per concludere questa mia dissertazione desidero rivolgermi a coloro che pensano che l’Arte si sia fermata ai principi e ai canoni estetici del passato dimenticando che tutto ha subito necessariamente un evoluzione in ogni settore della vita, pensate alle auto, all’abbigliamento e allo stesso linguaggio e ricordate le parole di Vassilij Kandinskij : ogni opera d’arte è figlia del suo tempo,e spesso è madre dei nostri sentimenti. Analogamente, ogni periodo culturale esprime una sua arte, che non si ripeterà mai più. Lo sforzo di ridar vita a principi estetici del passato può creare al massimo delle opere d’arte che sembrano fiori sbocciati senza petali.

                                                                                                                           

                                                                                                                             Roberto Girardi

                                                                                                             Giornalista e titolare di Artinvest2000

 

 

 

Home   Introduction   Present day Artist's   Artists of the past   Marked Artist's   Purchases on-line   International exhibition     Impressionism  Desktop

Home   Introduzione   Artisti contemporanei   Artisti del passato   Artisti segnalati   Vendite on-line   Storia dell'Arte     Impressionismo  Desktop