Domenico Cantatore 1906 - 1998

 

 Cantatore Domenico: Ruvo di Puglia nel 1906, Parigi 1998.

La formazione

 Studiò e visse da solo sin da giovanissimo, partendo dal paese natale per fissare la sua dimora a Roma. Dopo un breve periodo di tempo, nel 1924 si trasferisce a Milano. Tiene la sua prima personale alla Galleria Milano nel 1929, già rivelandosi un pittore di alte qualità per il suo saper identificare la realtà delle sue terre di origine. I suoi paesaggi, le sue nature morte, le cupe ed enigmatiche figure di popolani sono saldamente ancorati alla sua terra d'origine.

Parigi

 Diviene amico di artisti e letterati che come lui stavano affrontando da giovani la strada dell'arte. Nel 1932 parte per Parigi grazie all'aiuto economico di un caro amico: l'insperato aiuto gli permette di conoscere a fondo gli impressionisti, anche se il problema della sussistenza rimaneva altrettanto grave che in Italia. A Parigi conobbe la pittura di P.Picasso e dei fauves. Del periodo parigino restano un quaderno, qualche puntasecca , opere in cui il pittore dimostra di aver raffinato la sua sintesi lineare fino alla purezza dell'arabesco. 

Le personali

 Tornato a Milano nel 1934 espone alla Galleria del Milione i disegni del periodo parigino. Partecipa successivamente al premio Bergamo, alle Biennali di Venezia, che gli dedicheranno pareti e sale personali alle Quadriennali di Roma. 

 

"Gitana"

"Crocifissione"

"Girasoli"

 

 

 Personali alla Galleria Barbaroux, alla Galleria Genova, , alla Galleria Annunciata e Galleria Gianferrari. Nel 1938 illustra con sei disegni le poesie di Sinisgalli  e nel 1941 il Portico dei Poeti di Scheiwiller. 

Fu insegnante

 Intanto nel 1940 viene nominato per chiara fama titolare della Cattedra di figura disegnata al Liceo artistico di Milano e nel 1950 vince la Cattedra di pittura all'Accademia di Belle arti di Brera. 

L' illustratore

  Nel 1938 illustra con sei disegni le poesie di Sinisgalli  e nel 1941 il Portico dei Poeti di Scheiwiller. Nel 1963 illustra con acqueforti "Uomo del mio Tempo" di Quasimodo. Nove poesie, sempre di Quasimodo e Venti Sonetti del "Canzoniere" di Francesco Petrarca. Nel 1967 sono apparse le litografie per illustrazione del volume "Afrodite Ovaiola" di Raffaele Carrieri.

Mostre

 Alcune grandi mostre antologiche si sono tenute: 

nel  1963 a Palazzo Flangini Biglia di Salice; 

nel 1965 a  Ruvo di Puglia ; 

nel 1967 al Museo Civico di Monza. 

Nel 1981 organizzò una personale al Palazzo dei Diamanti a Ferrara, nel 1983 a Montecatini vinse il premio Vita di Artista a Montecatini.

 

Per visualizzare l'immagine è necessario il Plug-in di Flash.

 

 

  Home  |  Introduzione  |  Storia dell'Arte  |  Tavole cronologiche  |  Artisti  |  Eventi  |  Nudo nell'Arte   |  Impressionismo  |   Immagini per Desktop

 Home  |  Introduction  |  Art's history  |  Chronological tables  |  Present day Artist's  |  Artists of the past  |  Astrology in the Art   Naked in the Art's   |   Impressionism  |  Desktop

 

 

Artinvest2000 Il Portale internazionale delle Arti Copyright 1999 - 2007© E' severamente vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti di questo Portale senza la preventiva autorizzazione. Qualunque illecito verrà perseguito a norma di Legge. Utilizzare la risoluzione 1024x768