Google
 
 

 

 

Skype test per contattare Artinvest2000 senza costi.

Non hai Skype: scaricalo qui: download

Home Artisti Tavole cronologiche Nudo nell'Arte Movimenti artistici Eventi English Storia dell'Arte Musei nel Mondo Pubblica annunci qui

Bernini Gian Lorenzo 1598 - 1680

 

  English version 

Gian Lorenzo Bernini 1598 - 1680Gian Lorenzo Bernini, nacque a Napoli nel 1598 e scomparve a Roma nel 1680. 

 

Influenze Classiciste

 Fu un grande architetto, scultore, scenografo, pittore e autore di teatro. Rappresenta uno dei personaggi dominanti del Seicento italiano; le sue sculture sono caratterizzate dal movimento a spirale e da un pittoricismo che le fa vibrare nello spazio. Lavorò quasi esclusivamente a Roma, da cui si allontanò per pochi mesi nel 1665, chiamato a Parigi per il rinnovamento del Louvre. Ebbe la sua prima educazione artistica sotto la guida del padre Pietro; si formò a Roma, sommando il virtuosismo tecnico del tardo manierismo allo studio del naturalismo ellenistico, le suggestioni dei grandi maestri del Cinquecento al classicismo della pittura dei Carracci. Tale formazione appare evidente nei gruppi marmorei di "Giove fanciullo e la capra Amaltea" del 1615 ca., nel "Ratto di Proserpina" del 1621-22, nel "David" del 1623, in "Apollo e Dafne" del 1622-25. 

San Pietro

 Inizia in seguito la lunga serie di opere per S. Pietro, che occupò l'artista per più di quarant'anni: il primo lavoro è il "Baldacchino" del 1624-33, col quale sostituì ai tradizionali cibori  un'originalissima struttura bronzea, che si inserisce nell'enorme vano sottostante la cupola. Ideò poi il rivestimento di marmi policromi delle navate, realizzò i monumenti funebri di Urbano VII nel 1628-47, di Alessandro VII nel 1671-78, la cappella del Sacramento e la sistemazione del vano absidale con l'immensa "macchina" della cattedra di S. Pietro. Per l'esterno progettò due campanili laterali per la facciata, ma ne venne costruito uno solo e lo si dovette demolire per cedimenti del terreno. L'attività berniniana per S. Pietro culminò con la costruzione del colonnato nel 1656-67, la più famosa e la più geniale delle sue opere. 

La scenografia

 La sua concezione scenografica si riflette nelle fontane delle " Api", del "Tritone" e soprattutto in quella dei "Fiumi" del 1648-51 di Piazza Navona; nella cappella Cornaro in S. Maria della Vittoria, in cui l' "Estasi di S. Teresa" del 1644-52 si drammatizza in un vero scenario teatrale, e nel presbiterio di S. Andrea al Quirinale nel 1658-70. Tra le molte altre opere bisogna ricordare: "palazzo Barberini"; palazzo di "Montecitorio"; la "Verità discoperta dal Tempo" del 1646-52; la "Beata Ludovica Albertoni" del 1674; le chiese di "Castel Gandolfo" e di "Ariccia"; i quadri con gli autoritratti; la serie dei busti marmorei dei pontefici, di Francesco I d'Este, di Luigi XIV di Francia, di Costanza Bonarelli, di Scipione Borghese e di Gabriele Fonseca. 

Opere principali

 § "Costanza Bonarelli" busto del 1635, situato a Firenze nel Museo del  Bargello.

§ "Francesco I d' Este" busto del 1651 situato nella città di Modena.

§ "Luigi XIV" busto del 1665 situato nella Reggia di Versailles nel Salone di Diana.

 

Cliccate sulle immagini per ingrandirle

 

   

 

§ "Chiesa di S. Tommaso di Villanova" del 1658-67 a Castelgandolfo.

 

Roma

Galleria Borghese

 § "Giove fanciullo e la capra Amaltea" scultura del 1615 ca.;

 § "Ratto di Proserpina" scultura del 1621-22;

 § "Apollo e Dafne" scultura del 1622-25;

 § "David" scultura del 1623;

 § "Scipione Borghese" busto del 1632 ca. .

 § "Estasi di S. Teresa" scultura del 1644-52 situato nella chiesa di S. Maria della Vittoria all'interno della  cappella Cornaro;

 § "Fontana delle Api" scultura del 1644 situata in Piazza Barberini;

 § "Fontana dei Fiumi" scultura del 1648-51 situata in Piazza Navona;

 § "Gabriele Fonseca" busto del 1668-73 all'interno della chiese di S. Lorenzo in Lucina;

 § "Beata Ludovica Albertoni" scultura del 1671-74 all'interno della chiesa di S. Francesco a Ripa nella cappella Altieri.

 § "Chiesa di S. Bibiana" facciata databile al 1624;

 § "Palazzo Barberini" del 1625-44;

 § "Palazzo di Montecitorio" del 1650-55;

 § "Chiesa di S. Maria del Popolo" compì un restauro nel 1652-61;

 § "Palazzo del Quirinale" del 1656-59;

 § "Chiesa di S. Andrea al Quirinale" effettuata nel 1658-70;

 § "Ponte S. Angelo" compì un restauro nel 1667-69.

Vaticano - Basilica di S.Pietro

 § "Baldacchino" scultura del 1624-33;

 § "Urbano VII" monumento funebre del 1628-47;

 § "S. Longino" scultura del 1629-38;

 §  Scolpì la cattedra di "S. Pietro" nel 1657-66;

 § "Costantino a cavallo" del 1662-68 situato nell'atrio;

 § "Alessandro VII" monumento funebre del 1671-78;

 § "Colonnato della Basilica di S. Pietro" architettura risalente al 1656-67;

 § "Palazzi Vaticani e scala Regia" del 1664-67.

 

 

Per visualizzare l'immagine è necessario il Plug-in di Flash.

 

 

  Home  |  Introduzione  |  Storia dell'Arte  |  Tavole cronologiche  |  Artisti  |  Eventi  |  Nudo nell'Arte   |  Impressionismo  |   Immagini per Desktop  |  Movimenti artistici

 Home  |  Introduction  |  Art's history  |  Chronological tables  |  Present day Artist's  |  Artists of the past  |  Astrology in the Art   Naked in the Art's   |   Impressionism  |  Desktop

 

Artinvest2000 Il Portale internazionale delle Arti Copyright 1999 - 2008© E' severamente vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti di questo Portale senza la preventiva autorizzazione. Qualunque illecito verrà perseguito a norma di Legge. Utilizzare la risoluzione 1024x768